www.delfinoparlato.it



DELFINO PARLATO
Articoli dalla prima pagina



SIAMO D’ACCORDO CHE BISOGNA CAMBIARE, MA FERMAMENTE CONTRARI A QUALSIASI TIPO DI VIOLENZA.


Le motivazioni che sono alla base della manifestazione di Sabato 15 Ottobre scorso organizzata dagli 'Indignati' sono sacrosante e legittime perché come cittadini le condividiamo da molto tempo. Quello che non si può tollerare è la violenza che abbiamo visto e che a mio avviso non è diversa da quella 'psicologica, morale e materiale' che ci hanno riservato quelle persone che da almeno quindici anni rappresentano i partiti politici in parlamento. Quelle persone non sono degne di essere considerati politici perché la vera politica, in questa seconda repubblica, non è mai stata attuata, eccetto qualche presidente della repubblica che poco o niente ha potuto fare.

Pensare di andare subito al voto, senza cambiare le regole della legge elettorale e quella dei rimborsi ai partiti, significherebbe ritrovarci, come futuri parlamentari, ancora le stesse persone e gli stessi partiti che hanno alimentato il mal governo fino a oggi, con un altissimo aggravio di costi per organizzare le elezioni e per i doppi e milionari rimborsi elettorali che si andranno a riconoscere ai soliti noti.

I guasti che questi politicanti hanno causato non si possono risolvere con una o più manifestazioni e neppure con la violenza, bisogna creare e organizzare da subito un nuovo soggetto politico affinché nel 2013 possa essere alternativo a tutti i partiti esistenti, bisogna continuare a parlare e a confrontarsi con tutte le persone che da troppo tempo non si sentono più rappresentate dai partiti esistenti.

Creare un nuovo movimento politico, democratico, con ideali, valori e moderatamente realista, senza volti noti ma fatto solo di gente comune per organizzarlo a livello nazionale, partendo dai piccoli comuni, per arrivare ad avere una struttura nazionale solida e ben organizzata proprio per essere pronti fin dal 2013 a lavorare per costruire un nuovo futuro, certo e migliore per tutti, un movimento composto da persone ONESTE con regole trasparenti che non vivono con i soldi o stipendi della politica, che vogliono uno stato snello, sburocratizzato e presente ovunque, organizzarlo nel rispetto delle istituzioni, della costituzione, delle leggi, dei diritti acquisiti, del futuro dei giovani, del lavoro, dei più deboli e di tutte quelle cose e certezze che la nostra società deve avere.

Insieme con altre persone da qualche tempo stiamo organizzando incontri e/o convegni (Bologna, Roma, Firenze) proprio per andare in questa direzione, il 18 ottobre p.v. ci incontreremo ad Alessandria per iniziare a costruire una sorta di Federazione Nazionale dei Movimenti, analoga iniziativa la stiamo programmando per il prossimo Sabato 12 novembre a Bologna. La violenza non ci appartiene, desideriamo far prevalere la ragione attraverso un sano e democratico dibattito e confronto, per mandare a casa i furbi esiste un solo momento di altissima democrazia ed è lo strumento delle votazioni, tutti i cittadini devono assumersi la responsabilità di scelta dei candidati per governare questo paese e questa scelta deve essere fatta anche da quel 35% di elettori che pur avendone il diritto hanno scelto di non andare a votare. I giovani sono il nostro futuro e per loro massima fiducia, sostegno e sani consigli per spiegare loro cosa vuol dire avere il senso dello stato perché le riforme e i cambiamenti si discutono e si approvano solo nelle sedi istituzionali, al fine di evitare che si possano commettere gravissimi errori come hanno fatto ieri e in passato quei mascalzoni dei Black Bloc.


Delfino Massimo Parlato
Segretario Regionale Italia Attiva Lombardia

Vuoi commentare questo articolo? Clicca qui